Campo d’accoglienza all’Ex Fiera, è costato quasi 300mila euro in due mesi

Campo d’accoglienza all’Ex Fiera, è costato quasi 300mila euro in due mesi

Il costo dell'operazione è davvero significativo. Quasi 300mila euro in due mesi circa, ecco quanto costato il campo. Fa particolarmenete riflettere la cifra dell'affito: quasi 14mila euro per un'area agricola. Ecco perché le zucchine costano così care.

ADimensione Font+- Stampa

Campo d’accoglienza all’Ex Fiera, in due mesi il costo di allestimento e gestione è stato pari a 266mila euro più 13.700 euro spesi per l’affitto dell’area. Un affare da 280mila euro circa, questi i costi fino al 31 dicembre. Lo mette nero su bianco il sottosegretario di Stato Domenico Manzione nella risposta scritta all’interrogazione, presentata al Ministero dell’Interno nel mese di marzo, al parlamentare di Forza Italia Francesco Aracri.

Aracri però aveva presentato l’interrogazione per avere chiarezza sulla questione edilizia. “Trovo l’intera vicenda piuttosto singolare. Come si fa a permettere la costruzione su un ettaro di terreno agricolo di quindici casette, con relativi allacci di luce, acqua e fognature? Se l’avesse fatto un qualsiasi cittadino sarebbe arrivato l’esercito e sarebbero scattate le multe”. Questo quanto dichiarato in un’intervista radiofonica alla trasmissione di Radio Verde Sbottonati dall’onorevole nel mese di marzo, in seguito a un suo sopralluogo al campo.

Nella risposta del Ministero non si fa nessun riferimento al problema dell’abuso edilizio. Tanto che Giulio Marini, che ha interessato della questione Aracri, è intenzionato a chiedere al parlamentare di presentare una nuova interrogazione stringente sul tema.

Il costo dell’operazione è davvero significativo. Quasi 300mila euro in due mesi circa, ecco quanto costato il campo. Fa particolarmenete riflettere la cifra dell’affito: quasi 14mila euro per un’area agricola. Ecco perché le zucchine costano così care.

Banner
Banner
Banner