Camminamento di via San Clemente, Ciambella: “L’unico atto ufficiale è la donazione del terreno”

Camminamento di via San Clemente, Ciambella: “L’unico atto ufficiale è la donazione del terreno”

Camminamento di via San Clemente, "L'unico atto ufficiale è quello della donazione del terreno al Comune". E' netta Luisa Ciambella, vicesindaco e assessore al bilancio intervenuta sulla notizia.

ADimensione Font+- Stampa

Camminamento di via San Clemente, “L’unico atto ufficiale è quello della donazione del terreno al Comune”. E’ netta Luisa Ciambella, vicesindaco e assessore al bilancio intervenuta sulla notizia.

“Sul camminamento di via San Clemente esiste un progetto/studio di fattibilità. Ha ragione l’assessore Ricci quando afferma che non esiste un progetto esecutivo dell’opera. Come si sarebbe potuto redigere un progetto esecutivo sul camminamento senza avere la disponibilità di un pezzo di terreno che è stato acquisito dal Patrimonio solo un mese fa? Quello che ho detto e ribadisco senza possibilità di essere contraddetta è la realtà dei fatti.

Lo studio di fattibilità rappresenta la condizione indispensabile per procedere, entro la fine della legislatura, alla realizzazione del camminamento che andrebbe a congiungere la zona dell’ascensore (collegamento Valle Faul – piazza san Lorenzo), la zona dell’ex mattatoio e via San Clemente. Questo consentirà di completare il recupero della Valle di Faul. L’amministrazione si attiene agli atti ufficiali e non si muove “per sentito dire”.

A oggi l’unico atto ufficiale acquisito è quello della donazione del terreno da parte della signora Pelliccia al Comune di Viterbo. Agli atti non esistono richieste, comunicazioni o altro tipo di documento in contrasto con tale donazione. Chiunque fosse interessato a intentare una causa per usucapione, può sempre rivolgersi al sistema giudiziario per avviare un contenzioso tra privati e attendere la sentenza del giudice che si esprimerà nel merito. Una procedura adottata in genere da chi ritiene che gli sia stato leso un diritto o possiede atti e autorizzazioni a cui appellarsi”.