Butti la plastica e ti “pagano”, dal 2 dicembre al Sacrario l’istallazione di un compattatore

Butti la plastica e ti “pagano”, dal 2 dicembre al Sacrario l’istallazione di un compattatore

Il compattatore del Sacrario sarà solo il primo compattatore istallato in città e servirà per capire la risposta dei cittadini. Sarà anche dotato di una speciale tasca per la raccolta dei tappi di plastica, che andranno a Viterbo Civica per la concretizzazione di opere di solidarietà.

ADimensione Font+- Stampa

Il 2 dicembre sarà ufficialmente presentata alla città di Viterbo una novità interessante sul fronte della raccolta dei rifiuti. A piazza del Sacrario infatti verrà istallato un compattatore di bottiglie e imballaggi in plastica “speciale”.

Per ogni rifiuto inserito verranno infatti rilasciati dei buoni sconto da spendere in diverse attività commerciali convenzionate. Una buona pratica che esiste da tempo in diversi Paesi europei e anche in Italia. Nella Tuscia l’unico precedente è a Corchiano. Lì la logica del “se differenzi ti pagano” è arrivata già da qualche mese.

Nel mese di agosto è stato istallato  un compattatore dove i cittadini possono conferire bottiglie di plastica e lattine di alluminio e ottenere crediti spendibili nella casa dell’acqua e del latte o per ridurre la tassa sui rifiuti (Tari).

Il progetto corchianese prende il nome di ‘Si compatta, si risparmia’, mentre nel comune capoluogo si è scelto ‘Ricicla riduci, ricompensa!’. L’iniziativa è frutto di un lavoro di squadra tra Viterbo Ambiente e l’associazione Viterbo Civica, con il patrocinio del Comune di Viterbo.

Il compattatore del Sacrario sarà solo il primo compattatore istallato in città e servirà per capire la risposta dei cittadini. Sarà anche dotato di una speciale tasca per la raccolta dei tappi di plastica, che andranno a Viterbo Civica per la concretizzazione di opere di solidarietà.