Buon compleanno Tetraedro! Venti eventi per festeggiare le dieci primavere

Buon compleanno Tetraedro! Venti eventi per festeggiare le dieci primavere

Una fortuna raccolta su tutto lo stivale, ma che a Viterbo è considerata solo a metà. Se da un lato infatti la città e il pubblico apprezza in masse le iniziative di questi ragazzi, dall’altro le Istituzioni se ne dimenticano.

ADimensione Font+- Stampa

Dentro la Città, fuori dai palazzi. La compagnia Tetraedro festeggia i suoi dieci anni di attività con l’ormai tradizionale Città del Tetraedro. L’iniziativa è completamente autofinanziata, a causa di un burrascoso rapporto con il Comune di Viterbo, che proprio nei confronti dei giovani teatranti ha scritto una delle più brutte pagine della sua recente politica culturale.

“Per noi è un grande traguardo – hanno spiegato con un pizzico d’orgoglio Francesco Cerra e Margherita Vestri ospiti di Radio Verde a Funamboli on air – non sono tante le compagnie che resistono così a lungo”. In giro per l’Italia il Tetraedro è conosciuto ed invitato a partecipare a Festival medievali e di teatro di strada. Una fortuna raccolta su tutto lo stivale, ma che a Viterbo è considerata solo a metà. Se da un lato infatti la città e il pubblico apprezza in masse le iniziative di questi ragazzi, dall’altro le Istituzioni se ne dimenticano. “Abbiamo deciso di autofinanziarci – hanno aggiunto – abbiamo capito che dialogare con le istituzioni e cercare sponsor è una fatica troppo grande per i risultati che si ottengono. Così chiederemo un contributo a chi parteciperà a noi nostri eventi”. Anche perché se poi arriva la commissione di un evento da parte del Comune poi non è detta che arrivi il pagamento. Come è successo.  “Ci siamo stancati di rincorrere gli uffici e il sindaco, che ancora ci deve chiamare come aveva promesso”, chiosano.

Quindi meglio far da sé. In programma ci sono cinque giorni di appuntamenti, di genere più diverso. Dagli spettacoli veri e propri ad iniziative per bambini, dalla storica parata al dj-set fino ai pranzi e alle cene. “Ci saranno tanti amici e tanti ospiti, sarà una festa – hanno sottolineato ancora Vestri e Cerra – per stare insieme a chi ci sostiene”.

I luoghi sono diversi dai locali amici come il Bar Lucio, il Blitz Caffè, il Cosmonauta e I Giardini di Ararat, fino al Mat, lo spazio per musica arte e teatro regalato da Tetraedro e da Quattro note motrici alla città. “È uno spazio nel quale abbiamo ospitato iniziative private, ma anche dell’Atcl e di Quartieri dell’Arte”, sopperendo ad una carenza cronica viterbese: quelle dei luoghi di incontro e di messa in scena. Non solo luoghi al chiuso però. “A dimostrazione del nostro radicamento sul territorio – hanno concluso Francesco Cerra e Margherita Verstri – quest’anno con la nostra parata parata parteciperemo anche all’accensione dell’albergo di Natale di Pianoscarano”.

Apri il volantino del programma