Bilancio: la Giunta sotto il fuoco di Rossi, Volpi e Troili

Bilancio: la Giunta sotto il fuoco di Rossi, Volpi e Troili

Rossi, senza citarlo, cita Michelini definendo il suo pensiero una bestemmia. “Quando sento dire che questa è amministrazione, ecco per me questa è una bestemmia”. Il sindaco infatti in passato spesso si è detto lontano dalla politica e di voler fare solo amministrazione.

ADimensione Font+- Stampa

Dai frazionari e da Filippo Rossi le critiche più dure a Michelini e i suoi. Nella seduta mattutina nella discussione del bilancio dedicata alle considerazioni generali dei consiglieri alle relazioni degli assessori che si sono tenute ieri, è stata la maggioranza a fare le critiche più dure alla giunta comunale. A partire da Filippo Rossi che ha di fatto sottolineato una differenza antropologica con il resto della maggioranza: “La mia è una voce solitaria, il dibattito dovrebbe essere non tra amministrazione e politica. L’amministrazione, e quindi la gestione delle strade, del verde pubblico, è necessario che sia buona, ma è la politica che deve scrivere un romanzo collettivo e dire qualche città vogliamo realizzare insieme. Non se ne parla perché amministrazione e politica sono considerate alternative tra loro, ma non è così”.

Rossi, senza citarlo, cita Michelini definendo il suo pensiero una bestemmia. “Quando sento dire che questa è amministrazione, ecco per me questa è una bestemmia”. Il sindaco infatti in passato spesso si è detto lontano dalla politica e di voler fare solo amministrazione. Un pensiero che ha trovato sostegno in Gianmaria Santucci che ha sottolineato come anche lui non riesca a capire quale sia l’idea di città che l’amministrazione vuole disegnare.

Chiara Frontini e Gianluca De Dominicis nei giorni scorsi avevano già criticato le posizioni di Rossi, più per i tempi, che per i contenuti. Le critiche, così dure, arrivano ad un anno dalla chiusura dell’amministrazione, all’avvicinarsi della campagna elettorale e dopo aver mantenuto in vita per 4 anni Michelini e i suoi.

Altre dure critiche dai “frazionari”. Marco Volpi (Pd) ha attaccato lungamente la giunta, assessore per assessore. Ha chiesto più trasparenza e più attenzione per le frazioni. “Ha ragione il consigliere d’opposizione Elpidio Micci quando dice che per gli ex comuni c’è meno del 5% degli investimenti sui lavori pubblici. In realtà è meno del 4%”. Duro anche Arduino Troili (Pd) che ha sottolineato la mancanza di idee per sostenere Villa Lante “che ce la invidiano in tutto il mondo”.

Nel pomeriggio, dopo le 15.30, le repliche degli assessori e poi la discussione sugli emendamenti. Il Consiglio, per volontà del Sindaco, potrebbe già votare oggi il documento economico, contravvenendo all’accordo preso ieri tra maggioranza e opposizione di non andare oltre le 20. Difficile immaginare un ribaltone, ma le posizioni di Volpi, Troili e Rossi, potrebbero mettere in difficoltà Leonardo Michelini e i suoi.

Banner
Banner
Banner