Bilancio, Insogna&Moltoni: “Come sono spesi i soldi dei cittadini?”

Bilancio, Insogna&Moltoni: “Come sono spesi i soldi dei cittadini?”

"Troili definisce un’Armata Brancaleone la sua maggioranza, Rossi spara sulla giunta e sul consiglio ma in sede di bilancio si adegua, Serra e Volpi cercano di aggiustare le stranezze amministrative prodotte e così via discorrendo …. - continuano i consiglieri di minoranza Gal -".

ADimensione Font+- Stampa

“Le assenze ingiustificate ai consigli comunali di consiglieri della maggioranza che passano sottotono, le sedute del consiglio deserte, i disaccordi in maggioranza e in giunta, il doversi affidare alla seconda convocazione per racimolare quello che è rimasto della maggioranza del sindaco Michelini, il voler continuare con deprecabile cinismo amministrativo a gestire le sorti della città senza idee e prospettive, tutto ciò ed altro testimonia l’inefficienza e la dannosità del consolidato sistema di governo Michelini improntato a tirare a campare sino al 2018”. E’ questa la lettura dello stato dell’arte dei consiglieri del Gal Francesco Moltoni e Sergio Insogna.

“Troili definisce un’Armata Brancaleone la sua maggioranza, Rossi spara sulla giunta e sul consiglio ma in sede di bilancio si adegua, Serra e Volpi cercano di aggiustare le stranezze amministrative prodotte e così via discorrendo …. – continuano i consiglieri di minoranza Gal -.

Ma quanto è costato, sta costando e costerà ai cittadini in termini economici questo atteggiamento inattivo e inadeguato rispetto alla carenza dei servizi, rispetto all’assenza di investimenti e progetti, rispetto alla inadeguatezza delle manutenzioni e dei lavori di ordinaria amministrazione, rispetto alle negligenze in tema di sviluppo economico, rispetto ai problemi del settore commercio, rispetto all’improvvisazione sulle questioni del centro storico e delle tradizioni secolari, rispetto all’abandono degli ex-comuni, quartieri e frazioni, rispetto alle croniche latitanze in ambito culturale, sportivo, in ambito associazionismo e volontariato, rispetto alla distruzione della dignità delle istituzioni e degli uffici comunali, rispetto a tanti altri temi che quotidianamente riguardano i cittadini e la città disattesi in questi anni di malgoverno?

I cittadini tassati per anni, milioni di imposte e tasse versate e da versare, senza avere un riscontro amministrativo sufficiente , senza avere risposta seria e concreta alla classica domanda dove vanno a finire i soldi delle tasse e delle imposte? Come vengono gestiti? 

Il bilancio preventivo 2017 diventa il momento di sintesi di un attività di governo e diventa la prova del nove di quanto è stato fatto e di quanto non è stato fatto anche negli anni precedenti.
Di chiacchiere, conferenze stampe, passerelle e promesse milionarie ce ne sono state a bizzeffe, ma sino ad oggi, dopo oltre 4 anni di amministrazione Michelini, solo qualche sparuto e occasionale intervento.

Per trovare fatti concreti e sostanziali importanti per la città e i cittadini bisognerebbe andare a Chi l’ha Visto. In effetti il Sindaco “chi l’ha visto?”. Siamo in attesa di avere i numeri del rendiconto del 2016, con spese già notoriamente superiori al previsto, con la sparizione di soldi a destra ed a manca in barba alle delibere del C.C. e trepidiamo per conoscere i contenuti economici del bilancio preventivo 2017, non si sa con quale concretezza ed affidabilità. 

Dicono che mancano i soldi per far quadrare il bilancio, ma noi chiediamo: il bilancio di chi ?
Di chi persegue oramai da anni la politica del proprio orticello politico? Di chi non è entrato mai in sintonia con le problematiche cittadine? Di chi ha sedotto ed abbandonato la Città di Viterbo ? Di chi ha preferito la mediocrità rispetto alla qualità ed alla professionalità ? Di chi si è politicamente venduto per un piatto di lenticchie ? Di chi ha tradito i suoi elettori e rinnegato le promesse elettorali ? Di chi continua ostinatamente a voler governare in presenza di un conclamato fallimento politico ed amministrativo ? Di chi si è piegato ai prepotenti ed agli arroganti ? Di chi ha di nuovo consentito ai “ mercanti di entrare nel tempio “?

Purtroppo il bilancio del Comune di Viterbo è compromesso da anni a causa di scelte senza capo nè coda, certamente il bilancio 2017 non può risanare tutte le negatività economiche messe in atto da chi ha scelto di governare senza coraggio, oculatezza e lungimiranza ma ha scelto di vivacchiare alla giornata, in maniera miope e superficiale.

Oggi Michelini si deve leccare le ferite e sarà costretto a presentare un’ulteriore bilancio piatto, senza prospettive e senza speranza, che molti consiglieri di maggioranza per ordini di scuderia poco “convintamente” voteranno, oramai questo è il copione”.

Banner
Banner
Banner