Bellezze di Tuscia- Viaggio tra le fontane viterbesi

Bellezze di Tuscia- Viaggio tra le fontane viterbesi

Piazza della Rocca, crocevia di una città che si sveglia presto e che transita freneticamente in questa piazza tutto il giorno.Apre la via la grandiosa Porta Fiorentina che dirige sorniona l’ingresso e l’uscita di auto e pedoni, l’orologio sul cornicione è fermo ormai da tempo, ma il tempo scorre senza remore ugualmente.

ADimensione Font+- Stampa

Piazza della Rocca, crocevia di una città che si sveglia presto e che transita freneticamente in questa piazza tutto il giorno.Apre la via la grandiosa Porta Fiorentina che dirige sorniona l’ingresso e l’uscita di auto e pedoni, l’orologio sul cornicione è fermo ormai da tempo, ma il tempo scorre senza remore ugualmente.

La fontana di Piazza della Rocca è la prima bellezza che si nota: la mano del Vignola ha forgiato un’architettura perfetta come per la decorazione di Palazzo Farnese di Caprarola, lavoro di straordinaria cura sempre dello stesso artista.

L’artista lavora alla fontana intorno al 1575, ma intorno alla struttura si avvicendarono molti lavori di consolidamento che ne hanno cambiato la struttura e anche qualche decorazione.

Danneggiata fortemente dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, ritornò all’antico splendore intorno al 1950.

Oggi la Fontana di Piazza della Rocca è un vero gioiello cittadino: i suoi gradini accolgono turisti e viterbesi, nonne e nipoti, giovani madri con bambini che si fermano a guardare lo scorrere della città e del tempo proprio su quella piazza.