Be Different, in centinaia a Capranica per il primo abbraccio alla bottega sociale speciale

Be Different, in centinaia a Capranica per il primo abbraccio alla bottega sociale speciale

Pomeriggio speciale a Capranica. Una domenica che ha visto protagonista il taglio del nastro della bottega sociale 'Be Different'. Un modo per dare un sogno e una possibilità ai ragazzi della cooperativa sociale 'Gli Aquiloni'.

ADimensione Font+- Stampa

L’abbraccio di centinaia di persone alla bottega sociale ‘Be Different’. Pomeriggio speciale quello di ieri a Capranica, dove c’è stato il taglio del nastro sulla nuova avventura dei ragazzi diversamente abili della cooperativa sociale Gli Aquiloni.

Una piazza 7 Luglio a festa, con il palazzo che da anni ospita l’associazione Juppiter pronto a rafforzarsi di un nuovo, importante, mattone. Balli, giochi, sorrisi. Anche diversi rappresentanti delle istituzioni. Dal prefetto Antonella Scolamiero, al deputato Alessandro Mazzoli, passando per il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti e il sindaco di Capranica Angelo Cappelli. L’idea di questo negozio nasce dalla volontà di responsabilizzare i ragazzi, dare loro una possibilità ma soprattutto realizzare uno dei loro sogni, vedere esposte le loro “opere d’arte”.

Protagonisti di questa giornata i ragazzi speciali, i volontari e tutti i loro educatori che non si sono lasciati scappare l’occasione di dare spettacolo animando e coinvolgendo tutti i curiosi che sono voluti intervenire in questa giornata di festa.

Gli oggetti in vendita sono il frutto del lavoro che ogni pomeriggio i ragazzi svolgono nei laboratori creativi, ma non è tutto in questa bottega dal cuore grande è possibile acquistare oggetti di ogni genere per un incontro tra pezzi di mondo e piccole realtà di artigianato locale, è possibile scegliere e creare bomboniere su misura e per tutti i gusti.