Il bilancio secondo il Pd. E questo sarebbe il partito del cambiamento?

Il bilancio secondo il Pd. E questo sarebbe il partito del cambiamento?

Il Pd è l'azionista di maggioranza dell'amministrazione Michelini. Quanto "combinato" sul tema bilancio getta seri dubbi sulla forza di questo partito a Viterbo e sulla solidità dei nuovi inquilini di Palazzo dei Priori.

ADimensione Font+- Stampa

consiglio-comunale-giuntaIl bilancio 2014, il primo veramente generato dall’amministrazione Michelini, sembra il vaso di Pandora. Era stato annunciato come da fare a febbraio e invece siamo a luglio inoltrato. Si ipotizzava che il maggior partito della maggioranza, il Pd, sapesse dare bella prova di sé. Dopo tanti anni all’opposizione poteva essere ragionevole ipotizzare i democrat pronti a fare le cose per bene. Anche in nome di quel Partito Democratico, voluto da Renzi, avvezzo al confronto. 

 

A Viterbo però il “Renzi-pensiero” sembra essere arrivato in formato short. Una breve discussione all’interno dell’assemblea dell’unione comunale del partito dove, per dirla alla Sandro Mancinelli, hanno parlato sei-sette persone. Qualcuno sembra non avere avuto neanche vedersi riconoscere la dignità dell’intervento. E’ il caso del segretario del circolo unico del Pd di Viterbo, Carlo Mancini, che in queste ore ha dichiarato alla stampa: “Ho chiesto quattro volte la parola, ma non mi è stato concesso l’intervento. Ho preteso che questo fatto venisse messo a verbale e me ne sono andato”.

 

In mezzo a questa bagarre è difficile capire la cosa principale: cosa dice il bilancio? Pare che in pochi abbiano visto i numeri, molti consiglieri lamentano proprio questo. “Il partito doveva aiutare il gruppo consiliare del Pd ad affrontare questo momento importante di discussione. Non l’ha fatto”, ha dichiarato a Sbottonati (Radio Verde) Mancinelli. “Si doveva discutere nei circoli e aprire il dibattito molto tempo prima”, ha continuato il serriano-renziano. Già i circoli, questi sconosciuti. Dove sono? Cosa fanno? Da chi sono composti?

 

Il segretario del circolo di Viterbo Mancini, per dire qualcosa sul bilancio, ha dovuto affidare una nota stampa alla clemenza dei giornali. Ha potuto indicare così alcuni argomenti: attenzione al lavoro per i giovani, valorizzazione della Viterbo medioevale, decoro urbano, attenzione per le esigenze dei quartieri popolosi come Santa Barbara.

 

E’ questo il partito principale di quella maggioranza che, appena un anno fa, ha vinto le votazioni promettendo il cambiamento a Viterbo?