Asili nel bosco e scuole all’aperto, la viterbese Giostra Ecologica tra i promotori dell’iniziativa nazionale

Asili nel bosco e scuole all’aperto, la viterbese Giostra Ecologica tra i promotori dell’iniziativa nazionale

Un'associazione viterbese tra i soci fondatori del Comitato Promotore di Educazione in Natura, si tratta de La Giostra Ecologica.

ADimensione Font+- Stampa

Un’associazione viterbese tra i soci fondatori del Comitato Promotore di Educazione in Natura, si tratta de La Giostra Ecologica.  

Il 14 gennaio 2017 a Novara si è costituito il Comitato Promotore per l’Educazione in Natura, con lo scopo di promuovere l’outdoor education, le iniziative di “scuole all’aperto” e gli “asili nel bosco”. A carattere nazionale, il comitato riunisce educatori, genitori, cooperative e associazioni.

All’incontro sono intervenuti Fabrizio Bertolino e Massimo Valenti dell’Università di Aosta, con la presentazione dei primi dati relativi alle realtà che si occupano di educazione in natura. Ha facilitato l’incontro il progettista sociale Francesco Bernabei.

Da tutta Italia rappresentanti di associazioni, scuole dell’infanzia, scuole primarie, educatori e cittadini si sono riuniti per dar vita al “Comitato Promotore per l’Educazione in Natura”, una rete nazionale per tutti coloro i quali credono nel legame imprescindibile tra bambini e ambiente naturale.

Il Comitato nasce dal bisogno di dar voce a quei progetti educativi, ricreativi o culturali diffusi nel territorio, che già da alcuni anni sono agenti di un cambiamento socio culturale verso un ritrovato senso del contatto con la natura. Si tratta di tutte quelle esperienze di educazione dei bambini, sia di età prescolare che scolare, che si realizzano in contesti naturali, siano essi boschi, prati o parchi cittadini.

“Suddivisi in 12 Regioni, sono oltre 300 i bambini fra 0 e 6 anni che quotidianamente, estate e inverno, con ogni condizione atmosferica, vengono accompagnati nella crescita grazie alla possibilità di vivere esperienze dirette e destrutturate in natura.” spiega Fabrizio Bertolino, ricercatore in pedagogia generale dell’Università della Valle d’Aosta, presente all’incontro del Comitato.

Seguire gli interessi dei bambini, lasciarli liberi di determinare autonomamente le attività, consentire loro di utilizzare utensili o di vivere piccole avventure, favorire l’auto-apprendimento e la scoperta continua del mondo che li circonda: questi gli elementi della pedagogia della natura, dall’inglese “outdoor education”. Ma non solo: si tratta anche di educazione ambientale (environmental education), perché stando all’aperto i piccoli vengono sensibilizzati alla tutela delle risorse naturali in un ottica di sviluppo sostenibile.

Nel nostro Paese ci sono stati e sono tuttora in svolgimento progetti per l’infanzia che si rifanno, direttamente o indirettamente, alla pedagogia della natura e che prendono il nome di “asili nel bosco”, “scuole all’aperto”, “agrinidi” e “agriasili”.

Il Comitato Promotore per l’Educazione in Natura sarà lo strumento operativo per rappresentare correttamente tutte le attività aderenti e per elaborare una strategia comune di promozione culturale e sociale allargata al Paese e alle sue istituzioni. Riportare i bambini in natura, oltre che un indiscutibile beneficio per i piccoli, rappresenta un potenziale motore di sviluppo per le aree rurali; è inoltre un elemento di innovazione per l’animazione sociale e per la progettazione dei servizi all’infanzia.

Le 35 realtà firmatarie del Comitato Promotore per l’Educazione in Natura, che si incontreranno nuovamente a maggio, hanno già individuato alcune aree di lavoro per il piano di sviluppo triennale, che comprende eventi, attività di sensibilizzazione, convegni e incontri per famiglie in natura.

Tra i soci fondatori del Comitato Promotore di Educazione in Natura, come detto c’è la viterbese l’Associazione La Giostra Ecologica che dal 2013 promuove attività per bambini all’aria aperta in un progetto di Fattoria Ludica e Didattica in un contesto urbano.

In linea con la pedagogia della Natura e l’Outdoor Education l’Associazione ha realizzato diversi progetti: CONOSCERE LA NATURA GIOCAVALCANDO: Pensato per far vivere un’esperienza ludica ma anche educativa e formativa ai bambini che possono entrare a contatto con la natura, attraverso la relazione con i Pony. Da sempre infatti i bambini mostrano interesse per la natura e per la vita all’aria aperta, in quanto offre loro delle ottime esperienze sensoriali, in particolare il contatto con gli animali apporta degli stimoli unici, specie nelle fasi di sviluppo, infatti la caratteristica di un animale vivo stimola il bambino a stabilire un rapporto non solo fisico con l’animale, l’aspetto ludico favorisce lo sviluppo del rapporto sociale e di adattamento all’ambiente. Creando un rapporto positivo con gli animali, i bambini sviluppano altrettanta positività verso gli esseri umani, la natura e ciò che li circonda.

ORTOGIOCANDO: E’ il progetto con cui realizziamo l’Orto Didattico dei bambini, dove i bambini potranno fare esperienza in un’ambiente multisensoriale di forme, colori, sapori, odori, suoni ed emozioni in cui ogni campo di esperienza verrà coinvolto e le attività pratiche diventeranno importanti veicoli per lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale del bambino.

BAMBINI IN FATTORIA-EDUCAZIONE IN NATURA: è un progetto pedagogico che pone al centro dell’attenzione il forte legame tra il mondo dell’Educazione e la Natura. Si realizza con l’esperienza diretta dei bambini e il gioco in attivita’ all’aria aperta sia in Fattoria con gli animali sia nel Bosco.
Per il futuro stiamo progettando un centro ricreativo pomeridiano o doposcuola in fattoria con un orientamento alla Pedagogia del Bosco.

Contatti: ASSOCIAZIONE LA GIOSTRA ECOLOGICA, Via Alcide De Gasperi,31 Viterbo, [email protected], www.giostraecologica.com, facebook: Associazione La Giostra Ecologica – Presidente e Responsabile Attivita’ Educative: Dott.ssa Valentina Pinzaglia 3209766710

Banner
Banner
Banner