Ascenzi e quella telefonata di Nello Celestini per dirgli che Gloria è bellissima

Ascenzi e quella telefonata di Nello Celestini per dirgli che Gloria è bellissima

"Spero di riuscire a vederla, questa Macchina che hai progettato è bellissima", questo il contenuto di una telefonata ricevuta nelle scorse settimane da Raffaele Ascenzi. Dall'altra parte del telefono Nello Celestini.

ADimensione Font+- Stampa

VITERBO – “Ho dedicato a Nello la terza parte del progetto esecutivo della nuova Macchina di Santa Rosa a cui stiamo lavorando in questi giorni, ma per quello che mi riguarda mi piacerebbe gli fosse dedicato il primo trasporto, sarà il Sodalizio a decidere”, così Raffaele Ascenzi.

Il confine del 28 febbraio, data ultima entro la quale va consegnato il progetto esecutivo, si avvicina e Ascenzi con i suoi collaboratori stanno portando avanti a ritmo serrato un lavoro certosino. In questi giorni una pausa per la scomparsa di Nello Celestini, padre del Sodalizio. Ascenzi porta con sé un ricordo commosso di “questo padre con le braccia abbastanza grandi da proteggerci tutti”. Era stato proprio Nello nel 1988 ad “arruolarlo” sotto la Macchina con queste parole: “Prepara il vestito”. Un rapporto d’affetto, immortalato per tanti anni in una foto presso il bosco dei frati cappuccini di San Crispino. Nell’inquadratura la madre e il padre di Raffaele e Nello e Lorenzo Celestini. “Sono foto che tengo molto gelosamente”.

Ma Nello era stato vicino a Raffaele quando vinse il concorso delle Macchine con ‘Ali di Luce’. “Ricordo che mi scrisse delle frasi bellissime sul libro delle firme ai piedi del bozzetto esposto agli Almadiani”. Ma la vera notizia riguarda Nello e Gloria, l’ultima Macchina di Santa Rosa. “Tornato a casa mia moglie mi dice che aveva chiamato Nello. Non ho fatto in tempo a richiamarlo che già il telefono stava squillando. Era lui, voleva farmi i complimenti per la vittoria e dirmi che aveva visto le fotografie di Gloria e gli era piaciuta molto”.

“Mi disse in realtà – continua Ascenzi – spero di riuscire a vederla. Purtroppo non ce l’ha fatta”.