Arnaldo Sassi lascia la direzione di Viterbopost.it

Arnaldo Sassi lascia la direzione di Viterbopost.it

Già designato il successore: "dopo due anni vissuti intensamente lascio la direzione del quotidiano online". Ad annunciarlo è lo stesso Arnaldo Sassi.

ADimensione Font+- Stampa

“Dopo due anni vissuti intensamente lascio la direzione del quotidiano online”. Ad annunciarlo è lo stesso Arnaldo Sassi che lascia così la direzione del giornale Viterbopost che aveva fondato dopo aver lasciato Il Messaggero di Viterbo dopo 40 anni di lavoro. L’annuncio sullo stesso Viterbopost.it (leggi). Al suo posto subentrerà Andrea Arena, già collaboratore della testata.

“Lascio la direzione di Viterbopost, dopo quasi due anni vissuti intensamente – ha scritto in un editoriale Arnaldo Sassi – e la lascio nelle mani sapienti di un giovane, Andrea Arena, che saprà sicuramente farsi valere”. Con il suo editoriale Sassi ha di fatto scritto un vero e proprio testamento e ha tracciato la linea per il suo successore

“La cosa più importante è che Viterbopost è stata una voce libera, che non si è fatta condizionare (sport purtroppo molto in voga in questo territorio) dai sì e dai no alle sponsorizzazioni, dando sempre la priorità alla rilevanza degli eventi. Una strada che Andrea Arena ha l’intenzione (e il dovere) di continuare a percorrere”.

  • Hunter McCoy

    “La cosa più importante è che Viterbopost è stata una voce libera, che non si è fatta condizionare” L’epitaffio strappalacrime indica certa ignoranza nella consecutio temporum: semmai Viterbopost è stata, è e sarà una voce libera. Scritta alla maniera di Sassi, più che un suo abbandono, sembra sia paventata la volontà di calare il sipario sul dominio web di Viterbopost.
    A parte questa digressione, Sassi è stato sempre legato a doppio filo a certo giornalismo politico tanto caro ai tornaconti personali e con lui gli allievi faranno altrettanto perché altrimenti con l’informazione provinciale non si sopravvive.
    D’altronde non è normale che tali giornalisti abbiano i numeri di cellulare della compagine amministrativa in carica, e puntualmente pubblichino notizie sulla base di “spifferi” politici attraverso telefonate in gran segreto. Dire che Viterbopost è indipendente fa venire in mente i fantastici salamelecchi sulla Friday night fever, sul governo Renzi, sull’amico Sposetti e sugli inciuci alla viterbese.