Arena: si prepara la candidatura, ma Forza Italia è spaccata

Arena: si prepara la candidatura, ma Forza Italia è spaccata

Arena si prepara la candidatura, tra amicizie altolocate e bagni di folla. Ma Forza Italia è divisa in due.

ADimensione Font+- Stampa

Arena si prepara la candidatura, tra amicizie altolocate e bagni di folla. Ma Forza Italia è divisa in due. L’ex vicesindaco del Comune di Viterbo Giovanni Arena dopo settimane di pausa, ha ripreso ad incontrare i fedelissimi, nell’ordine delle 250 persone alla volta, per illustrare le proprie proposte per “migliorare la qualità della vita dei viterbesi”. Il virgolettato è di Dario Bacocco, il coordinatore provinciale di Forza Italia, che ha scelto la propria parte di cielo azzurro. Quello, appunto, che sta con Antonio Tajani, appunto le amicizie altolocate che potrebbero portare risorse a Viterbo, e Giovanni Arena.

All’agriturismo Monteparadiso sabato sera si è parlato della gestione dei rifiuti al decoro della città, dalla sicurezza all’organizzazione degli immigrati. Critiche all’amministrazione Michelini. Tutto secondo i più scontati programmi.

Il dato politico però è un altro: Forza Italia è divisa. Poche ore prima dell’incontro un altro bagno di folla, anche se la folla non era numericamente all’altezza di quella di Giovanni Arena: quello dell’altro forzista di punta Giulio Marini, con Daniele Sabatini, che ha presentato un nuovo centro di ricerca.

Dal canto suo Giovanni Arena dice che commentando l’investitura da candidati del Centrodestra datagli dal Corriere di Viterbo, specifica che “è una storia tutta da scrivere”, ma quando sostiene che i nomi in ballo sarebbero tanti, preferisce non indicarne nessuno.

La partita è aperta, Arena è pronto alla battaglia, certo anche di un possibile sostegno di un elettorato moderato, anche figlio di parte del centrosinistra.