Altri 124 posti per migranti per l’immobiliare Rovelli: gestirebbe già il Cas di via Bianchi con Caffeina

Altri 124 posti per migranti per l’immobiliare Rovelli: gestirebbe già il Cas di via Bianchi con Caffeina

Dopo le polemiche relative all’assegnazione di via Bianchi dove sono ospitate 40 persone tutte insieme, la Prefettura di Viterbo ha proceduto all’assegnazione di altre persone in centro temporanei.

ADimensione Font+- Stampa

Altri 124 migranti a Viterbo per l’immobiliare Rovelli, la stessa che gestirebbe il Cas di Via Bianchi insieme a Caffeina. Dopo le polemiche relative all’assegnazione di via Bianchi dove sono ospitate 40 persone tutte insieme, la Prefettura di Viterbo ha proceduto all’assegnazione di altre persone in centro temporanei. Un flusso che raggiunge le 400 persone nella provincia di Viterbo e che vede il Capoluogo essere destinatario di 124 migranti.

Resta da capire dove alloggeranno e in che condizioni (se in piccoli nuclei o se in gruppi più consistenti), viste le critiche che sono state rivolte per la scelta di stipare le 40 donne in alcuni appartamenti in via Bianchi. L’immobiliare Rovelli ha ottenuto l’assegnazione anche grazie ad un forte ribasso economico (di gran lunga il più alto) sulla base d’asta di 35€, un risparmio per l’amministrazione pubblica con il rischio che qualcosa venga tralasciato, come ad esempio sarebbe avvenuto in via Bianchi dove inizialmente ai migranti non sono state fornite le tende per le finestre.

Tra i destinatari dei migranti anche la coop. sociale Splendid che da anni si occupa di accoglienza che ospiterà i richiedenti asilo a Cura di Vetralla (50), Bolsena (12), Fabrica di Roma (19) e Civita Castellana (16). Inclusa anche Ospita srl, la stessa vincitrice della gestione del Centro di accoglienza con container che potrebbe nascere all’ex Fiera di Viterbo, che porterà 40 migranti a Onano, 40 a Bolsena, 30 a Proceno e 60 a Grotte di Castro.