Al via un piano straordinario per la sicurezza degli edifici pubblici: per ora pronti 400mila euro

Al via un piano straordinario per la sicurezza degli edifici pubblici: per ora pronti 400mila euro

“Una scelta – spiega il sindaco - per senso di responsabilità e per rispetto dei cittadini”. “È la priorità delle priorità”, chiosa il vice Luisa Ciambella.

ADimensione Font+- Stampa

Al via un piano straordinario per la sicurezza degli edifici pubblici: il Comune di Viterbo all’indomani del sisma che ha colpito il centro Italia comunica l’intenzione di agire: “Per senso di responsabilità”, precisa Michelini in conferenza stampa insieme agli assessori Alvaro Ricci, Luisa Ciambella e Antonio Delli Iaconi.

Il costo dell’operazione per ora dovrebbe aggirarsi intorno ai 400mila euro. Costo per la valutazione dell’attuale agibilità, poi della vulnerabilità sismica. Da valutare poi l’eventuale costo per l’adeguamento normativo. Intanto già da questa mattina sono iniziate le prime valutazioni tramite le schede di valutazione fornite da protezione civile e Governo. “Una scelta – spiega il sindaco – per senso di responsabilità e per rispetto dei cittadini”. “È la priorità delle priorità”, chiosa il vice Luisa Ciambella.

Banner
Banner
Banner