Al via oggi a Viterbo la cinque giorni del Tuscia in Jazz: apertura in grande con gli Hi5

Al via oggi a Viterbo la cinque giorni del Tuscia in Jazz: apertura in grande con gli Hi5

Si comincia con «La bohème in Jazz» di Riccardo Arrighini e gli Hi5.

ADimensione Font+- Stampa

Pronti, via. Inizia questa sera il Tuscia in Jazz spring Festival. Ad aprire la rassegna, che durerà fino al 6 aprile, tra concerti, performance, seminari e laboratori oggi alle 19 presso la Sala degli Almadiani (ingresso 10€) La bohème in Jazz di Riccardo Arrighini. Guest il pittore Stefano Cianti che durante il live di Arrighini dipingerà delle opere che resteranno in esposizione fino al 6 aprile. In programma poi al Teatro San Leonardo (ingresso 15€ con Cd Omaggio) alle 21.30 gli HI5 (Austria) con la presentazione del cd dei vincitori del Tuscia in Jazz European Award.

La loro musica originale dalle influenze jazz , rock e classica, o come dicono loro Minimal Electro-jazz Chamber Music, è in grado di catturare e trasportare l’ascoltatore, sorprendendolo in continuazione con le loro sonorità mai banali e scontate. Il quartetto degli Hi5 è composto da Chris Norz batteria, che è anche autore di quasi tutti i brani, Philipp Ossanna chitarra e effetti, Matthias Legner vibrafono e Clemens Rofner basso. “Il disco degli Hi5 è un vero capolavoro musicale. – dichiara Italo Leali direttore del Tuscia in Jazz – I giovani austriaci ci regalano un lavoro bellissimo ed innovativo, che malgrado le forti sperimentazioni musicali al suo interno, resta sempre piacevole nell’ascolto e mai ripetitivo.

Tutto il programma è consultabile qui