Al PalaMalè torna l’appuntamento con la solidarietà dell’Associazione Eta Beta

Al PalaMalè torna l’appuntamento con la solidarietà dell’Associazione Eta Beta

Come ogni anno, puntuale come un orologio svizzero, l’Associazione Eta Beta il 20 dicembre, torna in scena al Palamalè con una giornata intitolata “Sport e solidarietà”, dedicata a tutti i ragazzi nel ricordo del Professor Giorgio Schirripa.

ADimensione Font+- Stampa

di Michela Di Pietro

Come ogni anno, puntuale come un orologio svizzero, l’Associazione Eta Beta il 20 dicembre, torna in scena al Palamalè con una giornata intitolata “Sport e solidarietà”, dedicata a tutti i ragazzi nel ricordo del Professor Giorgio Schirripa.

Pronti ad accogliere oltre duemila ragazzi all’interno del Palasport, l’obiettivo è divertirsi insieme e rinnovare la tradizione fortemente radicata nelle azioni e nel lavoro dell’associazione viterbese che rinnova la sua presenza sul territorio pochi giorni prima del Natale.

La mente dell’iniziativa fu proprio l’amatissimo medico viterbese che mise i suoi ultimi sforzi nell’organizzazione dell’iniziativa di cui, purtroppo a causa della malattia, non riuscì a vedere nemmeno la prima edizione. Da quel momento la manifestazione si è allargata, ha preso sempre più corpo fino a coinvolgere tanti giovani che lavorano insieme per la buona riuscita dell’evento.

L’appuntamento è alle 9:30 del 20 dicembre con l’arrivo degli allievi delle scuole superiori (il liceo classico “Mariano Buratti”, l’Istituto “Paolo Savi” e l’Istituto Santa Rosa”) che daranno l’inizio ai minitornei che coinvolgono ragazzi selezionati dai docenti e ai giochi popolari dove saranno coinvolti tutti i ragazzi dell’Associazione Eta Beta.

Immancabili i momenti di spettacolo, musica, danza tutti preparati e proposti dall’altro padre della manifestazione, il Prof. Duccio Chiossi. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di far conoscere le numerose attività dell’associazione Eta Beta, in collaborazione con l’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile della Ausl di Viterbo, diretta dal Professor Marco Marcelli. 

Una bella giornata di gioco e allegria, un momento positivo per tutti i ragazzi che insieme comprendono l’importanza delle attività sportive che diventano un collante per accogliere e condividere.