Agricoltori e sindaci: tutti insieme contro l’Imu

Agricoltori e sindaci: tutti insieme contro l’Imu

“Il decreto – ha detto il presidente di Coldiretti Mauro Pacifici – rende meno competitiva la nostra agricoltura gravata da costi superiori”. Dai coltivatori la promessa di una manifestazione se non sarà messa mano al provvedimento.

ADimensione Font+- Stampa

Agricoltori, sindaci e politici. Tutti insieme contro il decreto per il pagamento dell’Imu agricola: il provvedimento che rischia di mettere in ginocchio la Tuscia, che fa dell’agricoltura uno dei principali settori di produzione. Presso la Camera di Commercio di Viterbo si è tenuto oggi l’incontro organizzato dalla Coldiretti per fare fronte comune e spingere il governo a ripensarci. Oltre ai sindaci di molti comuni della provincia di Viterbo, erano presenti anche i deputati viterbesi di Pd (Terrosi e Mazzoli) e Movimento 5 Stelle (Bernini). Per il Consiglio regionale erano invece in aula Sabatini (Ncd) e Riccardo Valentini (Pd).

“Il decreto – ha detto il presidente di Coldiretti Mauro Pacifici – rende meno competitiva la nostra agricoltura gravata da costi superiori”. Dai coltivatori la promessa di una manifestazione se non sarà messa mano al provvedimento. Ermanno Mazzetti, direttore di Coldiretti, ha poi chiesto ai comuni della provincia di Viterbo di non applicare le sanzioni per chi pagherà in ritaro e di ridurre al massimo l’aliquota dell’Imu. Al governo ha chiesto di intervenire per mettere a posto ciò che non va. I sindaci hanno poi espresso la loro rabbia.