Ad anno nuovo 300 “tesori egizi” in mostra a Palazzo Papale

Ad anno nuovo 300 “tesori egizi” in mostra a Palazzo Papale

Un’esposizione mai vista prima è in arrivo a Viterbo e arriva direttamente dall’antico Egitto (quasi). Tra maggio e novembre del 2018, Palazzo dei Papi accoglierà nelle sue sontuose sale diversi monili risalenti all’antico Egitto come i monili di Tutankhamon.

ADimensione Font+- Stampa

Un’esposizione mai vista prima è in arrivo a Viterbo e arriva direttamente dall’antico Egitto (quasi). Tra maggio e novembre del 2018, Palazzo dei Papi accoglierà nelle sue sontuose sale diversi monili risalenti all’antico Egitto come i monili di Tutankhamon.

A Palazzo Papale saranno esposti tra i 250 e i 300 pezzi, perfette riproduzioni di antiche icone egizie, prodotte dalle mani sapienti di artigiani-artisti che lavorano per il Ministero dell’Antichità dell’Egitto.

Pezzo forte della mostra sarà la riproduzione del celebre tesoro di Tutankhamon con la famosa maschera d’oro, pietre preziose, il sarcofago e il cocchio del faraone conosciuto in tutto il mondo. Il Presidente della Società Italiana di Beneficenza (Sib) Eugenio Benedetti Gaglio, ha spiegato i motivi della scelta del capoluogo della Tuscia come luogo eletto per la mostra affermando “la scelta è ricaduta sulla forte analogia tra egizi e etruschi
soprattutto nella cura verso nell’attrezzare le tombe per il viaggio nell’aldilà e nella bellezza dei tesori derivanti dalla lavorazione dell’oro, materiale privilegiato e preziosissimo in entrambe le epoche storiche”.

Tutte le opere in esposizione potranno essere acquistate dalle aziende in modo da poter far conoscere, a molte realtà della zona, la bravura del lavoro degli artigiani che riportano alla luce tesori sepolti dal tempo.