Accattonaggio, la discussione dell’odg del centrodestra rimandata a metà maggio

Accattonaggio, la discussione dell’odg del centrodestra rimandata a metà maggio

L’odg di cui è primo firmatario Gianmaria Santucci doveva essere discusso durante l’ultimo Consiglio comunale di marzo, prima dei Consigli dedicati alla sessione di bilancio.

ADimensione Font+- Stampa

Slitta ancora la discussione dell’ordine del giorno contro l’accattonaggio molesto. L’odg di cui è primo firmatario Gianmaria Santucci doveva essere discusso durante l’ultimo Consiglio comunale di marzo, prima dei Consigli dedicati alla sessione di bilancio. Dopo aver tirato alle lunghe la discussione sul Parco canile, lo stesso Santucci ha chiesto di posticipare l’intervento per poterlo trattare con calma. L’accordo sembra fosse quello di discuterlo in un Consiglio comunale dedicato al tema durante la sessione di bilancio. Il rinvio così sarebbe stato solamente di qualche giorno, aveva sostenuto Gianmaria Santucci rispondendo (qui) al nostro racconto del retroscena (qui e qui).

Un fatto però impossibile secondo i regolamenti che prevedono che durante la sessione di Bilancio non si possa fare altro che parlare del bilancio fino a discussione terminate e voto portato a casa. Allontanandosi però la data di approvazione, la prima settimana di maggio, anche la discussione sull’accattonaggio si allontana.

Il problema, raccontato come una vera e propria emergenza sociale dal centrodestra, è così slittato di parecchio. La decisione di preferire di sospendere la seduta di Consiglio lo scorso fine marzo, per rispettare gli accordi dei Capigruppo, a pochi minuti dalle 20, dunque ha comportato un allungamento dei tempi non indifferente.

Banner
Banner
Banner