A Viterbo il raduno dei camerati della Rsi: “Teniamo alto lo spirito della Patria e dell’Idea”

A Viterbo il raduno dei camerati della Rsi: “Teniamo alto lo spirito della Patria e dell’Idea”

L’unione nazionale combattenti della Rsi (la Repubblica Sociale Italiana alleata della Germania nazista e di Adolf Hitler durante la seconda guerra mondiale e co-responsabile della persecuzione degli ebrei) invita tutti coloro “che vorranno aiutarci a tenere alto lo spirito della Patria e dell’Idea. I combattenti della RSI, oggi come ieri, sono al servizio dell’Italia.”

ADimensione Font+- Stampa

I camerati della Rsi si radunano a Bagnaia: “Teniamo alto lo spirito della Patria e dell’Idea”. Domenica 23 ottobre presso il Ristorante “Il Borgo” a Bagnaia si terrà il tradizionale raduno dell’Unione Nazionale Combattenti della Repubblica Sociale Italiana. L’incontro solitamente si tiene il 28 ottobre, nell’avversario della Marcia su Roma del Partito Nazionale Fascista guidato da Benito Mussolini. “Quest’anno – dichiara il presidente dell’Uncrsi di Viterbo, professor Alessandro Bordoni – per agevolare gli iscritti più anziani e quelli che vengono da fuori Viterbo, abbiamo deciso assieme ai camerati di Continuità Ideale di vederci a pranzo di domenica 23 ottobre”.

L’unione nazionale combattenti della Rsi (la Repubblica Sociale Italiana alleata della Germania nazista e di Adolf Hitler e co-responsabile della persecuzione degli ebrei) invita tutti coloro “che vorranno aiutarci a tenere alto lo spirito della Patria e dell’Idea. I combattenti della RSI, oggi come ieri, sono al servizio dell’Italia”.