È stato depositato il primo Testamento biologico a Viterbo

È stato depositato il primo Testamento biologico a Viterbo

Tempo un giorno ed è arrivata la prima iscrizione al Testamento biologico. Mercoledì 3 maggio presso gli uffici dell’anagrafe è stata fatta la prima dichiarazione, dopo che si erano aperte il giorno precedente.

ADimensione Font+- Stampa

Tempo un giorno ed è arrivata la prima iscrizione al Testamento biologico di Viterbo. Mercoledì 3 maggio presso gli uffici dell’anagrafe è stata fatta la prima dichiarazione, dopo che si erano aperte il giorno precedente. Si tratta di una “dichiarazione anticipata di trattamento, fornita in situazione di lucidità mentale, in merito alle terapie che intende o non intende accettare nell’eventualità in cui dovesse trovarsi nella condizione di incapacità di esprimere il proprio diritto di acconsentire o non acconsentire alle cure proposte (consenso informato) per malattie o lesioni traumatiche cerebrali irreversibili o invalidanti, malattie che costringano a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscano una sia pur minima vita di relazione”.

L’atto non dovrebbe in realtà essere depositato in Comune. Depositario finale della dichiarazione dovrebbe essere un notaio e\o una persona di fiducia. La creazione del registro del Testamento biologico era stata una proposta fatta dalla consigliera del Pd Melissa Mongiardo e portata avanti dall’assessore Sonia Perà.

Banner
Banner
Banner