A Roma la presentazione di nuovi studi sul volto del Cristo della Tavoletta Michelangiolesca

A Roma la presentazione di nuovi studi sul volto del Cristo della Tavoletta Michelangiolesca

I nuovi studi potrebbero contribuire al dibattito sull'imperfezione stilistica e sull'incoerenza del volto del Cristo ritratto nella Crocifissione. La faccia del Cristo, infatti, non sarebbe sullo stesso livello del resto dell'opera.

ADimensione Font+- Stampa

Domani alle 17 svelati i risultati di nuovi studi sulla Crocifissione Michelangiolesca. A Roma alle 17 l’appuntamento presso la Fondazione Marco Besso che ospiterà presso la proprio struttura di largo di Torre Argentina, l’incontro “Michelangelo, Vittoria Colonna e la Crocifissione di Viterbo – Esiti delle indagini”.

Durante l’appuntamento saranno svelati i nuovi esiti delle indagini fatti con un particolare microscopio che svela dei particolari della pittura sulla Tavoletta di ambito Michelangiolesco per la quale si sta cercando di capire se sia possibile l’attribuzione a Michelangelo Buonarroti.

I nuovi studi potrebbero contribuire al dibattito sull’imperfezione stilistica e sull’incoerenza del volto del Cristo ritratto nella Crocifissione. La faccia del Cristo, infatti, non sarebbe sullo stesso livello del resto dell’opera, a probabile dimostrazione del fatto che possa essersi rovinata in seguito a continui contatti con le mani, nei suoi 500 anni di vita, da parte di fedeli.

Interverranno Elisabetta Gnignera, Gianpaolo Serone, Giorgia Agresti, Claudia Pelosi, Ulderico Santamaria e Antonio Rocca.