A Piansano torna, dopo quasi 50 anni, lo specchio etrusco con i Dioscuri

A Piansano torna, dopo quasi 50 anni, lo specchio etrusco con i Dioscuri

Il reperto conservato nei depositi del Museo Nazionale Etrusco presso la Rocca Albornoz di Viterbo, torna per una mostra temporanea che sarà inaugurata il 25 novembre.

ADimensione Font+- Stampa

Lo specchio etrusco con i Dioscuri torna nei luoghi del suo ritrovamento: a Piansano. Un’occasione unica per ammirare un prezioso reperto appartenente alla storia di Piansano e non esposto al pubblico. Sabato 25 novembre alle ore 16, in occasione della seconda edizione della Giornata di studi archeologici sul territorio, presso la sala conferenze comunale di Piansano in Via Maternum si terrà l’evento inaugurale dell’esposizione dello specchio etrusco con i Dioscuri, ritrovato e sequestrato negli anni ’70.

Tale reperto, oggi conservato nei depositi del Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz di Viterbo, ritornerà per una mostra temporanea nel suo territorio di origine, grazie alla disponibilità del Polo Museale del Lazio che lo ha gentilmente concesso in prestito e si potrà ammirarlo presso l’Antiquarium comunale. La mostra verrà inaugurata alle ore 16 del 25 novembre con l’evento ”Specchiarsi in Etruria. Lo specchio con i Dioscuri in mostra a Piansano” in sala conferenze.

Per l’occasione interverranno Andrea Di Virginio (sindaco di Piansano), Aura Colelli (consigliera delegata alla cultura), Biancaneve Codacci Pisanelli (direttrice Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz di Viterbo), Maurizio Pellegrino (archeologo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale), Debora Rossi (direttrice Musei Civici di Pitigliano), Maria Stella Pacetti (etruscologa), Simona Rafanelli (direttrice Museo Archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia). Coordina i lavori Carlo Casi, direttore scientifico della Fondazione Vulci.

Lo specchio resterà esposto a Piansano fino al 15 gennaio 2018 presso l’Antiquarium Comunale nel palazzo del Municipio in Piazza Indipendenza 17, dove sono già conservati anche altri reperti archeologici.

L’amministrazione comunale ringrazia la direttrice del Polo Museale del Lazio Edith Gabrielli e la direttice del Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz di Viterbo Biancaneve Codacci Pisanelli per il prestito concesso, gli illustri relatori che interverranno alla presentazione e il Gruppo Archeologico di Piansano che ha collaborato alla realizzazione dell’evento. Ingresso libero.