A novanta anni se ne va Dario Fo, giullare e Nobel: nel 2014 l’ultima volta nella Tuscia

A novanta anni se ne va Dario Fo, giullare e Nobel: nel 2014 l’ultima volta nella Tuscia

Il “giullare sommo” è morto. Si è spento a novanta anni e sette mesi Dario Fo, per problemi polmonari. Ricoverato da 12 giorni all'ospedale Sacco di Milano.

ADimensione Font+- Stampa

Il “giullare sommo” è morto. Si è spento a novanta anni e sette mesi Dario Fo, per problemi polmonari. Ricoverato da 12 giorni all’ospedale Sacco di Milano.

Una vita “esageratamente fortunata”, come amava dire lui stesso. Figlio di un capostazione, nacque in un paesino del lago Maggiore il 24 marzo del 1926. E lui stesso raccontò che il suo primo pianto superò per intensità il fischio del treno.

Nel 1997 il Nobel per la Letteratura e una lunga carriera da innovatore del panorama artistico italiano, sessanta dei quali al fianco dell’amore della vita Franca Rame.

L’ultima volta nella Tuscia a Nepi, dove ha aperto la Stagione Borgiana 2014 con il suo spettacolo ‘La figlia del papa’.