A La Casa delle Arti c’è un “Mondobrillante”

A La Casa delle Arti c’è un “Mondobrillante”

Un pomeriggio di festa a La Casa delle Arti. Al centro la Penny Wirton, l'ultima nata nel centro di Viterbo. In visita lo scrittore Mondadori Eraldo Affinati, fondatore del modello insieme alla moglie Luce.

ADimensione Font+- Stampa

‘Mondobrillante’, questo il nome scelto per la grande festa organizzata a La Casa delle Arti per lo scambio degli auguri natalizi. Così nel pomeriggio di ieri in tantissimi e provenienti da diverse parti del mondo si sono incontrati e hanno cantato, ballato e mangiato insieme.

Si sono dati appuntamento i volontari e studenti della scuola Penny Wirton, aperta a novembre, il corso di Lis e i ragazzi speciali. Presente anche lo scrittore Mondadori Eraldo Affinati, insieme alla moglie Luce. “Loro sono i signori Penny Wirton”, così il presidente di Juppiter Salvatore Regoli li ha invitati a salire sul palco.

Affinati ha sottolineato l’importanza dell’accoglienza e ribadito che il metodo di insegnamento Penny Wirton è diverso dagli altri perché mette al centro la persona, ancora prima della didattica. Presente alla festa anche l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Viterbo Alessandra Troncarelli.

 

 

La Penny Wirton Viterbo è una squadra affiatata di volontari che, da novembre, accoglie ogni mercoledì pomeriggio cittadini di altre nazioni che hanno intenzione di imparare la lingua italiana. L’idea di aprire una sezione viterbese della Penny Wirton, è nata in seguito alla partecipazione di Affinati all’iniziativa ”I Caminetti – Apriamo strade impossibili”, realizzata lo scorso giugno. Un momento di incontro intenso dove lo scrittore ha raccontato a un grande pubblico di ragazzi la propria storia e l’esperienza di insegnamento della lingua italiana. Un modello nuovo, rispetto a quelli tradizionali. A Viterbo è stato reso possibile grazie all’azione di Juppiter e alla condivisione del progetto di Exodus.

La prima caratteristica è il rapporto uno a uno, un insegnante per uno studente. La scuola Penny Wirton è aperta a giovani e adulti, uomini e donne di ogni età. Non richiede iscrizione formale. Accoglie studenti lungo tutta la sua durata, in qualsiasi momento dell’anno.
Lavora per piccoli gruppi, grazie alla presenza di numerosi insegnanti volontari; la sua proposta formativa è organizzata senza classi e fondata sul contatto diretto, “a tu per tu”, tra insegnanti e studenti. In questo modo può dedicarsi a diversi livelli, a seconda delle necessità di cui gli studenti sono portatori.

Uno spazio d’integrazione e di accoglienza. Un ringraziamento speciale va a tutti i volontari: Maria Rita, Eleonora, Luisa P., Luisa C., Sara C., Lorenzina, Daniela, Rosella, Simone, Livia, Federica, Arianna, Monica, Sara M., Miriam, Omar, Diana, Andrea, Consuela, Francesca P., Francesca T., Adriana, Laura, Letizia, Lella, Azzurra, Anna Maria, Osvaldo, Simona, Barbara, Roberto, Moreno, Valeria, Stefania D., Marilena, Alphonse, Maria Chiara, Antonella, Giovanna, Maria Grazia, Sara B., Simonetta, Stefania, Leonardo, Paola, Giuseppa.
Le lezioni ripartono da mercoledì 13 gennaio, dalle 15 alle 19 in due turni di due ore.