A due passi dal Comune c’è un cantiere fantasma, che è diventato una discarica

A due passi dal Comune c’è un cantiere fantasma, che è diventato una discarica

La folta rete di vicoli del centro cittadino sono tra i più sofferenti. Oggi è il caso di via del Ganfione, dove un cantiere aperto un anno fa e ormai apparentemente abbandonato è diventato una mezza discarica e un ritrovo per ratti.

ADimensione Font+- Stampa

Il degrado del centro storico di Viterbo è purtroppo cosa nota. La folta rete di vicoli del centro cittadino sono tra i più sofferenti. Oggi è il caso di via del Ganfione, dove un cantiere aperto un anno fa e ormai apparentemente abbandonato è diventato una mezza discarica e un ritrovo per ratti.

Chi ci abita e chi ci lavora si trova così a dover fronteggiare ogni giorno col naso turato la via occupata per metà dall’impalcatura, che tra l’altro impedisce anche il passaggio dei mezzi che dovrebbero pulire la via. “Una situazione che va avanti da circa un anno – ci dicono alcune persone che in quella zona lavorano – i lavori (presumibilmente sul tetto, ndr) dovevano finire entro qualche mese e invece il cantiere sembra abbandonato”.

I permessi sarebbero in regola, ma nel frattempo la situazione è diventata drammatica. Vedere per credere.

 

Banner
Banner
Banner