A Civitella Cesi lo scempio di una struttura inagibile per migranti: “Improponibile”

A Civitella Cesi lo scempio di una struttura inagibile per migranti: “Improponibile”

La vicenda fa scaldare gli animi e l’intenzione dei cittadini sembra quella di chiamare le telecamere di qualche trasmissione nazionale, come Quinta Colonna di Paolo Del Debbio che va in onda su Rete4. Una trasmissione mai tenera sulla questione immigrazione.

ADimensione Font+- Stampa

A Civitella Cesi lo scempio di una struttura per migranti inagibile: “In un paese perso nel nulla, improponibile”. Un gruppo di cittadini già da mesi protesta contro l’apertura di un centro per rifugiati nella piccola frazione lontana da servizi sanitari, reti cellulari e, quasi, dalla civiltà, da parte della Prefettura.

Ad oggi invece la struttura è partita con una brutta sorpresa in più: alle 20 migranti in arrivo la destinazione sarebbe stata data una destinazione inidonea. Senza luce, riscaldamento né acqua.

La vicenda fa scaldare gli animi e l’intenzione di alcuni cittadini sembra quella di chiamare le telecamere di qualche trasmissione nazionale, come Quinta Colonna di Paolo Del Debbio che va in onda su Rete4. Una trasmissione mai tenera sulla questione immigrazione.

Banner
Banner
Banner