Erbetti (Cinque Stelle): “I candidati sindaco rendano pubbliche entrate e uscite della loro campagna elettorale”

Erbetti (Cinque Stelle): “I candidati sindaco rendano pubbliche entrate e uscite della loro campagna elettorale”

Massimo Erbetti, candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle, torna a chiedere a tutti gli altri pretendenti alla fascia tricolore di rendere pubbliche entrate e uscite della propria campagna elettorale. Lo fa con una nota inviata alla stampa cittadina, che riportiamo integralmente.

ADimensione Font+- Stampa

Massimo Erbetti, candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle, torna a chiedere a tutti gli altri pretendenti alla fascia tricolore di rendere pubbliche entrate e uscite della propria campagna elettorale. Lo fa con una nota inviata alla stampa cittadina, che riportiamo integralmente.

“Alcuni giorni fa ho lanciato la sfida agli altri candidati sindaco di rendere pubbliche le entrate e le uscite relative all’attuale campagna elettorale ma nessuno l’ha accettata. Come prevedibile tutti si sono guardati bene dal farlo; il M5S Viterbo invece, come promesso, le rende pubbliche, inviandole a tutta la stampa e mettendole a disposizione di
chiunque le voglia consultare – così Erbetti -.

Quasi nessuno, tranne rare rarissime eccezioni hanno considerato degne di nota queste informazioni rispondendo, tra l’altro, con un uno spicciolo umorismo cercando, così, di far credere che il tema sia poco rilevante.

Il M5s, invece, considera il tema di fondamentale importanza. Ogni singolo viterbese ha il diritto di essere informato su quanto si spende, perché si spende e, cosa più importante, sulla provenienza dei fondi. Oggi, considerando che gli avversari si sono sottratti al confronto, dimostrando di avere poco coraggio, sono qui a esortare i cittadini a chiedere, a gran voce, questi dati a tutti i candidati.

Cari cittadini è un vostro diritto saperlo, è un vostro diritto sapere perché qualche candidato spende molte migliaia di euro per farsi pubblicità, è un vostro sacrosanto diritto conoscere le motivazioni che spingono un gruppo politico ad “investire” così tanto denaro, come lo è conoscere da dove viene quel denaro.

Credo sia opportuno domandarsi da dove vengono quei soldi, perché solo seguendo il flusso del denaro si comprende, fino in fondo, di chi non fidarsi”.