60mila euro all’Unitus: studierà il bando per la raccolta dei rifiuti

60mila euro all’Unitus: studierà il bando per la raccolta dei rifiuti

L'appalto è stato uno degli oggetti più discussi di questa consigliatura. È finito anche in Procura ed è stato oggetto di inchieste che hanno portato al Commissariamento di Viterbo Ambiente.

ADimensione Font+- Stampa

Palazzo dei Priori inizia a pensare al post Viterbo Ambiente: ci sono anche Studi per il bando di gara per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, nell’oggetto della convenzione stipulata da Comune di Viterbo e Università della Tuscia dal valore di 60mila euro.

Si tratta di un rimborso spese che il Comune di Viterbo si impegna a versare fino a un massimo di 60mila euro per il raggiungimento di tre obiettivi differenti. Tra questi ci sono anche gli studi per un nuovo bando di gara per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, dato che l’attuale appalto è in scadenza nel 2018.

Un appalto complesso che è stato uno degli oggetti più discussi di questa consigliatura e che è finito anche in Procura e con inchieste che hanno anche portato al Commissariamento di Viterbo Ambiente.

L’Unitus dovrà occuparsi anche di efficientamento per gli edifici pubblici e dell’impatto ambientale, della valorizzazione e della sostenibilità dei prodotti agro-alimentari del territorio. Il dato più pesante però risulta quello legato agli studi per il bando di gara per la raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Così nizia la fase di preparazione del nuovo bando. Fase di preparazione che sarà caratterizzata da un periodo di studio, per affrontare il quale la giunta Michelini ha deciso di avvalersi della consulenza dell’Università degli Studi della Tuscia.

Banner
Banner
Banner