5 Stelle: “Trasporto, scandalo elitario a piazza del Comune”

5 Stelle: “Trasporto, scandalo elitario a piazza del Comune”

Trasporto 2017, i Cinque Stelle puntano il dito sulla scelta dell'amministrazione Michelini sull'accesso a piazza del Comune. Possibile vedere da lì la Macchina di Santa Rosa solo comprando un biglietto per le tribune (in vendita su ticketitalia a 51 euro cadauno) o provando ad accaparrarsi una delle sedie messe a disposizione dal Comune.

ADimensione Font+- Stampa

Trasporto 2017, i Cinque Stelle puntano il dito sulla scelta dell’amministrazione Michelini sull’accesso a piazza del Comune. Possibile vedere da lì la Macchina di Santa Rosa solo comprando un biglietto per le tribune (in vendita su ticketitalia a 51 euro cadauno) o provando ad accaparrarsi una delle sedie messe a disposizione dal Comune.

“In altre parole la piazza è stata resa accessibile, per la spettacolare sosta, a pochi fortunati (la maggioranza dei quali paganti) e non è stato possibile assistere allo spettacolo in piedi”. Mettono in evidenza i pentastellati del capoluogo. 

“Il M5S di Viterbo ha già evidenziato lo scorso anno quello che a nostro avviso è un errore reiterato negli anni: il fatto che la vendita dei biglietti sia affidato alla ditta vincitrice dell’appalto per la realizzazione delle tribune stesse – continuano -. A questo si aggiunga ora l’esclusività della cosa, la giunta dice ai propri cittadini che se desiderano assistere alla manifestazione in una delle location più belle devono pagare (o tentare una improbabile “corsa alla sedia”): non c’è per loro più la possibilità, come da tradizione, di portarsi in strada e godere su suolo pubblico il passaggio della amata Santa.

Sembra di tornare al medioevo, si trasforma una festa popolare in un evento esclusivo, il salotto buono della città è riservato alla nobiltà moderna (chi può pagare) mentre i “servi della gleba” sono relegati a mangiare gli avanzi in cucina.

Così facendo, di fatto la piazza è stata sottratta all’uso pubblico per destinarla ad una élite più agiata che non ha problemi a pagare per assistere al Trasporto, seduta comodamente sulle tribune.

Il MoVimento 5 Stelle di Viterbo non condivide sia l’approccio utilizzato in fase di capitolato per la realizzazione delle tribune, che, come avvenuto lo scorso anno, preferisce demandare auna ditta esterna la vendita dei biglietti, sia la gestione della nostra Piazza più importante in questo modo indegno e irrispettoso dei meno fortunati. Torneremo nuovamente su questo ultimo aspetto e rinnoviamo la nostra disapprovazione verso la gestione della festa più importante per la città”.