25 Botteghe storiche si riuniscono: “Non siamo meno di tante altre Città d’arte”

25 Botteghe storiche si riuniscono: “Non siamo meno di tante altre Città d’arte”

L'aggregazione racchiude 29 tra negozi e attività artigiane che hanno almeno 50 anni alle spalle. "Attività che hanno segnato la storia di Viterbo - aggiungono - con la caratteristica di aver dato alla città qualità, storia ed eleganza, icone e garanzia di alta qualità, un grande esempio di serietà".

ADimensione Font+- Stampa

29 botteghe storiche si riuniscono e invitano il Comune a dare il via in tempi rapidi al Piano di Commercio già approvato. L’obiettivo è istituire con la Camera di Commercio Industria e Artigianato, l’Albo ufficiale delle “Botteghe storiche di Viterbo”. Quelle che “hanno segnato la storia di Viterbo”.

“A Viterbo – scrivono – c’è una bella novità che vogliamo presentare sia alla Città che all’Amministrazione comunale, anche perché la consideriamo una grande risorsa per il turismo. La nuova realtà si chiama Botteghe storiche di Viterbo“. L’aggregazione racchiude 29 tra negozi e attività artigiane che hanno almeno 50 anni alle spalle. “Attività che hanno segnato la storia di Viterbo – aggiungono – con la caratteristica di aver dato alla città qualità, storia ed eleganza, icone e garanzia di alta qualità, un grande esempio di serietà”.

L’unione per non rimanere nell’oblio. “Questo tesoro non può e non deve rimanere anonimo ma, se i viterbesi sanno dare il giusto peso a queste attività servendosene da generazioni, al contrario le Amministrazioni le hanno troppo spesso ignorate”.

Poi l’appello alle amministrazioni. “Sappiamo che il Comune di Viterbo ha elaborato il nuovo Piano del Commercio – ancora le botteghe – che prevede anche il riconoscimento delle botteghe storiche. Chiediamo quindi che questo strumento possa essere approvato dal Consiglio in tempi rapidi, per poter istituire, con la Camera di Commercio Industria e Artigianato, l’Albo ufficiale delle “Botteghe storiche di Viterbo” e inserire nell’elegante vestito di Viterbo questo fiore all’occhiello. Viterbo non può essere da meno rispetto a tante altre Città d’arte italiane, che hanno saputo, già da tempo, riscoprire ed esaltare questa grande potenzialità turistica, attraverso percorsi culturali dedicati alle botteghe storiche, al racconto dell’inventiva e della passione di donne e uomini che non solo hanno dato impulso all’economia, ma hanno fatto vivere il cuore stesso delle Città, tutelando la qualità delle relazioni all’interno della comunità”.Le Botteghe storiche di Viterbo

Le botteghe sono:

  • L’Antica Latteria
  • La bottega del Cacio
  • Antica Legatoria Viali
  • Grossi Filati
  • Ottica F.lli Pallotta
  • Salone GiBì
  • Bar Gelateria Chiodo
  • Ottica F.lli Sorrini
  • Cardoni Casa
  • Labellarte Abbigliamento
  • Muzio Profumeria
  • Tiburli Cappelli e accessori abbigliamento
  • Francesco Lingerie
  • Ristorante Tre Re
  • La Padula e Mecarini articoli da regalo
  • Puntoarredo
  • Valeri Bar gelateria
  • Bizzarri al Corso
  • Fernando Norcineria
  • Bar Savi
  • Caffè Miani
  • Macelleria Pallucca
  • Caffè Capoccetti
  • Sanitas
  • Gioielleria Biaggi
  • Gioielleria Fontana
  • Barghini Sport
  • Abbigliamento Falcioni
  • Rita Cappelli Calzature

Decarta racconta la Tuscia