15 milioni di euro per far rinascere le ex Terme Inps

15 milioni di euro per far rinascere le ex Terme Inps

Palazzo dei Priori sembra intenzionato a muovere un passo concreto verso la città termale di cui per decenni a Viterbo si è solo parlato a vuoto. Sarà la volta buona?

ADimensione Font+- Stampa

termeEx Terme Inps, segnali di qualcosa sono nell’aria. Negli uffici del Comune di Viterbo si sta lavorando al bando europeo per l’assegnazione della struttura ai privati. In un articolo di stamattina i colleghi di Viterbonews24 raccontano che l’assessore Antonio Delli Iaconi ha già firmato la bozza, la stessa che finirà a breve sotto la lente della competente commissione consiliare.

Sempre Delli Iaconi fornisce alcune indicazioni su cosa l’amministrazione ha in mente. Una struttura termale con almeno 100 camera da 4 e 5 stelle. Un centro termale all’avanguardia, capace di funzionare da spa. Con tanto di piscine accessibili anche ai non clienti dell’albergo. L’investimento stimato si aggira sui 15 milioni di euro e i tempi per l’inizio dei lavori circa 24 mesi dall’emissione del bando.

Effettivamente realtà imprenditoriali interessati all’operazione sembrano essercene. Da diverso tempo si parla di una cordata d’imprenditori mossi da capitale cinese. Altre indiscrezioni ci parlano addirittura di una cordata di viterbesi, interessati al business della città termale. L’idea di realizzare un grosso albergo però potrebbe fare gola agli stessi Sensi, gestori delle vicinissime Terme dei Papi.

A questo punto la cosa più interessante è vedere come finisce il braccio di ferro tra Palazzo dei Priori e Sensi per la quantità di acqua termale utilizzabile dalle Terme dei Papi.